fbpx

Casi studio reali, ovvero i sinistri risarciti.

Ogni anno le compagnie di assicurazioni pagano tanti sinistri di poco conto e qualche sinistro di grande impatto.

A mio avviso Ie informazioni riguardanti i sinistri di grande impatto dovrebbero servire ai clienti per riflettere.

Gli stessi intermediari anziché proporre ai clienti prodotti assicurativi pressochè inadeguati , dovrebbero andare sul territorio dove è accaduto un significativo sinistro e raccogliere la cronistoria, ottenendo, così facendo alcuni risultati importanti :

  • controllare che la procedura liquidativa non si inceppi a causa di qualche burocrate, erogando un servizio da dieci e lode all’assicurato/danneggiato;
  • raccogliere testimonianze che raccontino l’accaduto. Il cliente che ha subito il danno, il perito o medico legale che ha valutato il danno, la squadra di pronta ripresa se è intervenuta, con il contrasto di come sarebbe andata a finire, se la persona non fosse stata correttamente assicurata;
  • incrementare nuove protezioni patrimoniali a favore del cliente in funzione dell’esperienza maturata sul campo.

Un esempio sulla rcauto ? Vi siete mai chiesti :

  • Il massimale minimo di legge sarà sufficiente?
  • Quali sono stati i tre sinistri rc auto più importanti che le compagnie hanno dovuto gestire?
  • Negli ultimi dieci anni, quante volte il massimale non è stato capiente?
  • Quante volte è stata fatta rivalsa sull’assicurato e per quali casi?
  • Senza una garanzia sulla tutela legale mediamente quanto sarebbe costato all’assicurato difendersi dalla legge sull’omicidio stradale per lesioni gravi? Per lesioni gravissime? E per omicidio stradale?
  • Dai dati ISTAT nel 2017 ci sono stati 3.378 morti e 246.750 feriti di cui oltre 17.000 gravi a seguito di incidenti stradali. Quanti casi sono stati gestiti e con quali esiti?
  • Qual è il normale processo che porta alla denuncia penale?
  • Cosa accade quando una persona coinvolta in un incidente ha avuto una lesione?
  • Se ammazzo una persona o la rendo invalida, superare il milione di euro è indubitabile?
  • Se butto fuori strada un autobus?
  • Se faccio sbandare la cisterna di Borgo Panigale?

E via a ruota sulle responsabilità diverse dalla rc auto:

  • Sulle richieste di risarcimento inerenti a danni provocati durante la vita privata delle persone, quali sono i casi più emblematici?
  • Sulla proprietà e conduzione di immobili?
  • Uso, proprietà, custodia di animali?
  • E sulle aziende?
  • Rivalse INAIL, INPS e maggior danno al dipendente?
  • Da prodotti difettosi?
  • In merito alle professioni?

Quanto sarebbe importante ricevere informazioni importanti per valutare la corretta copertura assicurativa e smetterla di chiacchierare sulo sul PREZZO ?

Non ditemi che andate tutti a fare la spesa solo al discount, non ditemi che acquistate indumenti usati ai mercatini… il prezzo non è un fattore determinante per proteggere i propri beni, non credete ??

Vivendo quotidianamente a contatto con casi reali di sinistri gestiti e pagati dalle compagnie, posso affermare che i massimali sotto qualche milione di euro potrebbero non bastare e che anche sulla rc auto è meglio che ci avviciniamo ai 100 mln piuttosto che ai 10 mln.

Ho voluto scrivere queste mie considerazioni per farvi riflettere ogni qualvolta deciderete di sottoscrivere una polizza , basandovi principalmente sul prezzo. Negli anni ho imparato che ;

“L’euforia di un prezzo basso dura poco, l’amarezza di un acquisto sbagliato dura per sempre”

 

Vanni Rossi

 

 

Menu
WhatsApp chat